Pensieri e riflessioni su "Strix Il marchio della strega" di Connie Furnari

Titolo: Stryx. Il marchio della strega
Autore: Connie Furnari
Edito da: Edizioni della Sera
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 292 p.

Sinossi:
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l’esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. 
La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L’unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. 
Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di ‘S’ posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

L'autrice:
CONNIE FURNARI è nata a Catania, il 6 Dicembre del 1976. 
Si è laureata in Lettere, con una tesi di psicanalisi freudiana sul “racconto perturbante”: un’analisi su come il fantastico interagisca nella vita reale, in modo diverso da persona a persona, fin dalle fiabe dell’infanzia. 
Nel Dicembre 2011 è uscito il suo primo romanzo, “Stryx Il Marchio della Strega”: un urban fantasy young adult che sta ricevendo parecchie recensioni positive e un’accoglienza calorosa da parte degli amanti del genere, edito da Edizioni della Sera. 
Ha vinto il “Premio Superga” a Torino con la fiaba "Il magico viaggio di Chris" e con le poesie: "Piove", "La strada" e "Giorno dopo giorno". A Brescia è stata premiata per altre poesie, sempre della stessa raccolta, ricevendo un encomio per la narrativa. 
A Catania ha scritto per il giornale "Il Millantastorie": un racconto giallo dal titolo "Il volto celato", e le poesie "Innocente" e "Aspetto". 
Ha pubblicato racconti in diverse antologie, tra cui: la fiaba “Lo spettacolo deve continuare” nell’antologia “Da Piccoli” di Montegrappa Edizioni, e il racconto drammatico “La scelta di Hellen” nell’antologia “L’amore delle donne” di Montag Edizioni. 
Alcune opere di prossima pubblicazione: una rivisitazione dark della fiaba “Raperonzolo” nell’antologia “Fiabe Proibite”, una fiaba horror “La bambola di porcellana” per l’antologia “Incubi”, e il racconto “I delitti del gatto nero” per l’antologia dedicata a Edgar Allan Poe. 
Collaboratrice della rivista on line “Fantasy Planet” e del blog di concorsi poetici “Occhio della Dea”, aderisce inoltre a numerosi siti letterari. 
Da sempre appassionata di scrittura e di cinema, vive tra centinaia di libri e dvd; adora leggere, disegnare fumetti manga, e dipingere quadri a olio mentre ascolta musica classica. 
Scrive fiabe per bambini; fantasy, urban fantasy e paranormal romance per giovani adulti. 

Il pensiero di Emanuela:
Sarah Sawyer, giovane e potente strega di 17 anni, dagli occhi verdi e dai capelli rosso fuoco, torna a Salem dopo trecento anni per cercare di cominciare una nuova vita senza la magia. 

"Non è ancora finita. Il passato continuerà a perseguitarmi, 
perché è questo il destino a cui sono condannata" 

Il ritorno a Salem non sarà facile, infatti Sarah dovrà fare i conti con la nuova scuola ed essere l’ultima arrivata non le è di certo d’aiuto. 
Non mancheranno, infatti, i bulli della scuola, capitanati dal volubile, superficiale e prepotente Luke, che sentendosi rifiutato da Sarah e avendo una predilezione per la violenza, gliene farà vedere delle belle. 
L'arrivo improvviso di Susan, la sorellina più piccola di Sarah, porterà scompiglio e con lei, l'avvento in città dell'odiato uomo in nero, creerà di nuovo il terrore nel cuore delle sorelle Sawyer… proprio come nel 1695... 
Ci sono poi i ricordi che bussano forte sul cuore e che fanno male anche dopo trecento anni. 
Ogni tanto nei sogni della protagonista fa capolino il ricordo del primo incontro con Arthur, ragazzo dagli splendidi occhi grigi e dai lunghi capelli castani che un tempo le faceva battere forte il cuore, e che ancora oggi suscita in lei l'emozione di allora! 
L'incontro con un ragazzo di nome Scott, bellissimo e pieno di attenzioni per la ragazza, spazzerà via momentaneamente quei sensi di colpa e quel dolore, ma Sarah dovrà comunque fare i conti con la sua natura e con la maledizione che incombe su di lei, trovandosi a dover compiere dolorose e difficili scelte. 
In compagnia di Scott, troverete l'antipatico e misterioso Marco, ragazzo italiano, che cela uno scomodo segreto. 
La calma apparente di Salem, verrà interrotta da una serie di delitti, tutti accompagnati da un marchio a "S" sulla spalla delle vittime; a Sarah e a Susan non resterà che fare i conti col passato, proteggere la città e salvare le giovani ragazze marchiate come loro... 

"Strix- Il marchio della strega" è il primo romanzo della promettente autrice Connie Furnari; nasce come autoconclusivo ma non si esclude un seguito. 

E' scritto in terza persona ed in modo semplice, corretto e scorrevole. Molto avvincente, tiene il lettore in tensione e in ansia per le sorti dei protagonisti fino all’ultima riga. 

È un romanzo appartenente al genere urban fantasy destinato ai più giovani, ma godibile ed apprezzabile anche da un pubblico adulto. 

I personaggi sono ben definiti e delineati, sia i protagonisti principali che quelli a margine della storia. Tutti interessanti ed a loro modo affascinanti. Più volte si viene sviati dal ruolo buono-cattivo di un personaggio creando aspettative che vengono poi abilmente ribaltate dall’autrice. Un trucco che incuriosire ed appassiona alla lettura. 

Le protagoniste, le due sorelle, attraggono l’attenzione del lettore perché caratterialmente sono agli antipodi; Sarah, capelli rossi e occhi verdi, semplice e carina passa spesso inosservata, al contrario di Susan, bionda con gli occhi di giada, bella e appariscente che cattura gli sguardi di tutti i ragazzi nei paraggi. 

Legate dallo stesso destino tenderanno spesso a scontrarsi a causa della divergenza di carattere anche se si vogliono un bene dell'anima. 

"Non potrei farmi ammazzare da nessun altro al mondo, 
a parte la mia amata sorellina. Ricordalo" 

Il libro è caratterizzato anche da personaggi ambigui come Luke e Ivy, che fin dall'inizio appaiono come una minaccia per Sarah; anche Marco, misterioso e irascibile, nasconde qualcosa di oscuro. Non posso dimenticarmi nemmeno di Scott, bello, con magnetici occhi grigi, che farà perdere la testa a Sarah facendo insorgere in lei dubbi e risentimenti. 

Molto bello il percorso che la scrittrice ha affrontato per narrarci il passato delle sorelle Sawyer, dove Connie regala a tutti noi accattivanti dettagli del passato e prorompenti sentimenti durante la narrazione della storia. 

Leggendo "Strix- Il marchio della strega", il lettore si trova in un vortice di emozioni e di azione. 

Insomma, un libro consigliato a chi ama le storie sulle streghe, su un magico passato e sull'amore impossibile. 

E' stato bello scoprire questo libro d'esordio di una ragazza italiana che ha tutta l'aria di promettere bene! 
Chissà se Connie ci stupirà presto con un seguito di questo accattivante libro!? 
Emanuela

2 commenti:

  1. Ciao c'è un premio per te!
    http://inside-a-book.blogspot.it/2012/09/premio-cutie-pie-per-inside-book.html

    RispondiElimina
  2. Ciaoo mi chiamo Olga,il tuo è un blog davvero magnifico,ti andrebbe di passare dal mio?
    Ecco l'indirizzo : http://profumodilibri00.altervista.org/

    RispondiElimina

Powered by Blogger.