PENSIERI E RIFLESSIONI SU “CONQUISTE D’AMORE” DI JULIA QUINN – CONTINUA LA SAGA DEI BRIDGERTON

Autrice: Julia Quinn
Titolo: Conquiste d’amore
Editore: Mondadori
Collana: I Romanzi Oro Super n. 11
Uscita: Novembre 2013

Sinossi - Questo volume raccoglie le ristampe dei quarto, quinto e sesto romanzo della saga dedicata alla famiglia Bridgerton: UN UOMO DA CONQUISTARE (Romancing Mr Bridgerton), A SIR PHILLIP CON AMORE (To Sir Phillip, with Love), AMARE UN LIBERTINO (When He Was Wicked).

Ambientazione: Inghilterra, 1824

Un uomo da conquistare
In segreto, Penelope Featherington ha sempre adorato Colin Bridgerton, il miglior amico di suo fratello. Dopo aver speso metà della propria vita a osservarlo da lontano, è convinta di sapere tutto di lui. Finché non si imbatte nel suo più grande segreto, e con stupore si renderà conto di non conoscerlo affatto…

A sir Phillip con amore
Quando sir Phillip Crane chiede la mano di Eloisa Bridgerton, è convinto che si tratti di una zitella bruttina e senza pretese, alla disperata ricerca di un marito. Ma la bellissima donna che si presenta alla sua soglia è tutto fuorché modesta. E quando smette di parlare e chiude la bocca, tutto ciò che lui desidera è… baciarla.

Amare un libertino
Basta un solo sguardo perché Michael Stirling, il più famoso libertino di Londra, si innamori di Francesca Bridgerton. Ma il suo sentimento non può essere ricambiato… Tempo dopo, quando lui rientra dall’India dove si era rifugiato per dimenticarla, Francesca gli chiede consiglio per trovare un marito.

Il pensiero di Amarilli73

Continua la lettura della saga dei Bridgerton, in occasione della ristampa nella collezione “Oro Super” dei Romanzi Mondadori. Se ancora non li avete letti, questa è l’occasione per averli tutti in libreria.

UN UOMO DA CONQUISTARE
Colin, il più affascinante dei fratelli Bridgerton, ha due occhi verdissimi e un animo sfuggente. In effetti lui è sempre in fuga per l’Europa, non appena l’aria di Londra inizia a farsi troppo opprimente. Eppure, Penelope la scialba si innamora proprio di lui, giusto due giorni prima del suo sedicesimo compleanno.
Penelope è una vecchia conoscenza. Attraverso i romanzi precedenti l’abbiamo vista debuttare in società - grassa, timida e con i brufoli – e crescere, più sicura di sé ma sempre in ombra, la classica ragazza da tappezzeria ai balli (come lei stessa si autodefinisce). Alla fine, miss Featherington è divenuta (almeno per me) una beniamina di straordinaria simpatia e quando la Balogh decide di farla impalmare dal più bello tra i belli trasforma questo episodio in una romanticissima vicenda di grande rivincita per questa quasi zitella che è in realtà piena di sorprese, talento (e che talento!), coraggio e passione.

A SIR PHILLIP CON AMORE
Sulla carta sembrava solo un episodio minore, ma è davvero uno degli episodi più riusciti di questa serie. Qui non ci sono donne bellissime e celebri seduttori, ma la sorella quasi zitella dei Bridgerton (amica del cuore di Penelope Featherington), la quale, non accettando l’inesorabilità della propria vita agiata ma noiosa, passa il tempo dedicandosi alla corrispondenza con un vedovo poco più grande, conosciuto solo per lettera. A sua volta, sir Phillip ha passato otto anni accanto a una moglie che amava ma che era vittima di una pesante depressione, ed è un uomo solo, disilluso, in cerca di una madre accettabile per i suoi due gemelli. 
Come dicevo, sulla carta non sembravano due personaggi capaci di riservare soprese. Invece questo è libro intenso, commovente, dove la Quinn riesce a tratteggiare l’incontro di due anime di grande sensibilità che sfocia nella passione, anche fisica, più inaspettata (stupenda la scena in cui lui dimostra a lei la loro “compatibilità” di coppia, senza tanti discorsi tromboni sull’amore e il matrimonio).

AMARE UN LIBERTINO
Questo, invece, è a mio modesto parere un episodio non memorabile. La sorella Bridgerton al centro della storia, Francesca, si era già vista poco in precedenza e non riesce comunque ad avere lo stesso appeal di una Daphne o di una Eloise.
Michael, poi, poveraccio, viene subito etichettato come l’Allegro Libertino, ma della ragione di questa sua nomea non vi è traccia, perché il romanzo inizia con uomo già profondamente innamorato di un’unica donna e si conclude con l’uomo ancor più innamorato di quella stessa unica donna. Insomma, se questo è un libertino, non è poi cosi difficile da amare….
Amarilli73

2 commenti:

  1. Io adoro la saga Bridgerton! Ma tra questi tre quello che ho preferito di meno è A Sir Phillip con Amore, nonostante sia una storia carina, delicata e come sempre piena di brio, ho trovato il protagonista troppo normale, anche se lo so... nel mondo ci dev'essere posto anche per gente come lui :P
    Invece la storia tra Colin e Penelope è davvero bella, e quella di Francesca e Michael, così diversa dalle solite mi è piaciuta moltissimo (finale con tragedia sfiorata a parte), ma come si fa a non amare un uomo che ti muore dietro in quel modo?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, anch'io ho adorato questa serie e spero che ristampino anche gli ultimi due romanzi, nonchè l'antologia finale che la Quinn ha dedicato alla famiglia con vari finali e inediti (ci sono pure Lady Violet e il marito Edmund).
      Ciao!!!

      Elimina

Powered by Blogger.