Rubrica SI' O NO? "LA PRIMA STELLA DELLA NOTTE" di Suzan Elisabeth Phillips

Piper Dove è una ragazza ambiziosa e determinata: il suo sogno è diventare la migliore detective di Chicago e riscattare un passato difficile e tormentato. Il suo primo incarico consiste nel pedinare Cooper Graham, celebre ex quarterback dei Chicago Stars, una vera e propria star in città. Peccato che venga scoperta quasi subito... Ora che rischia di perdere casa e agenzia, Piper non ha altra scelta che accettare il lavoro nel club alla moda di Cooper, lo Spiral, ma la vita dell’ex campione negli ultimi tempi è diventata piuttosto movimentata e rischia di coinvolgere la ragazza in affari ben più pericolosi di una crisi finanziaria. Qualcuno ce l’ha con Cooper e sta facendo di tutto per sabotare le sue attività e minarne la popolarità. Piper sa che ormai è troppo tardi per slegare il proprio destino da quello di un uomo che la attrae terribilmente e che sente poter essere quello giusto. Perché niente intriga di più lo spirito competitivo di uno sportivo che una sfida impossibile: conquistare una donna spaventata dai sentimenti.
Un nuovo, eccitante capitolo di una delle saghe romance più acclamate.
La storia complicata e pericolosa di una donna disposta a rischiare il tutto per tutto per la vita che sogna di conquistare.


Autore: Suzan E. Phillips
Titolo: La prima stella della notte
Editore: Leggereditore
Data di Pubblicazione: 9 febbraio 2017
EAN: 9788865087787
ISBN: 8865087781
Pagine: 400
Genere: romance, contemporaneo

Ledra dice

SI' - Quando ho scorso l'incipit, ho tirato un gran sospiro di sollievo.
Finalmente ecco tornata la Sep dei tempi migliori. 
Dopo aver letto qualche suo libro sottotono, questo mi ha allargato il cuore. Vivace, dinamico, piacevole, divertente. I personaggi sono ben caratterizzati: Piper è una dura dal cuore tenero mentre Coop è un gigante intelligente e molto sexy. 
Ritornano anche Heat “Pitone” Champion e Annabelle: quanto adoro riprendere le vite di protagonisti che ho amato in libri precedenti. Sono certa di essere una serie-dipendente perché amo seguire gli sviluppi dei protagonisti come se fossero persone vere. In particolare, adoro questa serie Chicago Stars che vado a rileggere nei miei periodi di profonda noia letteraria dove non trovo nessun romanzo che mi soddisfi. 
Di questo libro mi è rimasta una grande curiosità: ma di che colore sono i capelli di Cooper che hanno la sfumatura di toast bruciato? Non mi è per niente chiaro, dovrò interrogare la mia parrucchiera!
4 stelle

Amarilli dice

SI' - Questa serie mi è sempre piaciuta molto, e quest'ultimo libro mi ha conquistato. 
Soprattutto per l'ironia, che è un tratto caratteristico della SEP, ma qui torna in maniera preponderante. 
Tutto è calibrato, mai sopra le righe, ma diverte alla grande.
Piper è stupenda, dalla sua turbolenta carriera di detective alla sua pragmatica accettazione della realtà, senza commiserazioni nè piagnistei, ma con tanta grinta e un pizzico di incoscienza.
La classica guerriera in rosa che arriva e sgomina il nemico con abilità e simpatia.
Coop è adorabile, anche quando (spesso) è messo all'angolo dalla più strana e cocciuta (ma leale) guardia del corpo che potrebbe desiderare.
Insieme sono deliziosi, come tutta la combriccola che li circonda.
Sep ama i suoi personaggi e riesce a non farli prendere troppo sul serio, rendendoli magici ma non irraggiungibili.
E quanto ho ridacchiato: con Cooper "uomo razzo" (non vi racconto la scena, ma merita) mi è venuto il singhiozzo per le risate!!!
4 stelle piene

1 commento:

  1. anche io l'ho promosso! La SEP è la SEP e qui è proprio lei

    RispondiElimina

Powered by Blogger.