Rubrica SI' o NO? "A MEZZANOTTE DA TIFFANY" di Sarah Morgan

Matilda Meadows lavora come cameriera per la Star Events, anche se in cuor suo aspira a fare la scrittrice. L'occasione di coronare quel sogno si presenta una sera in cui serve champagne al party organizzato per il noto imprenditore Chase Adams, al quale intende chiedere come contattare il fratello, proprietario di una piccola casa editrice. La serata, però, finisce prima del previsto quando Matilda, mentre cerca di individuare tra la folla l'ospite della festa, rovescia un intero vassoio di champagne su un gruppo di invitati.
Ma la giornata ha in serbo ancora qualche sorpresa, perché proprio in ascensore incontra un affascinante sconosciuto, e per una volta si concede di vivere pericolosamente, come l'eroina del romanzo che sta scrivendo. Dove finirà questa strana storia? A mezzanotte da Tiffany?


Dall'autrice della fortunata trilogia ambientata a Puffin Island, il prequel della nuova, romanticissima serie Da Manhattan con amore.

Titolo. A mezzanotte da Tiffany
Autore: Sarah Morgan
Editore: HarperCollins Italia
Data di Pubblicazione: maggio 2017
Pagine: 85
Formato: solo ebook



Ledra dice

NI - Troppo breve per riuscire a classificarlo in modo corretto. 
Nel momento in cui mi sono appassionata alla storia, che aveva potenzialità immense, è già tutto finito. Sembra un racconto buttato in tarallucci e vino. 
Io amo Sarah Morgan. Quest’autrice ha una scrittura brillante e veloce con un ritmo narrativo che ti conduce dall’inizio alla fine senza neppure esserne consapevole. Purtroppo in questo racconto tutto è talmente compatto che non c’è aria. Nessun respiro. 
Chase Adams, il bel tenebroso sofferente, cade in deliquo appena l’incontra e lei, d’altra parte, cosa fa? Lascio a voi la visualizzazione del proseguo. 
Comunque, nonostante questo prequel non eccelso, leggerò la serie con piacere. La Morgan è sempre la Morgan, non me ne dimentico.
Se devo mettere le stelline, direi due e mezzo

Amarilli dice

NI - Sono davvero combattuta dopo aver letto questo prequel. Da un lato, mi pare che ancora una volta la Morgan riesca a incuriosire con una serie che si preannuncia già vivace e ultraromantica, per cui non vedo l'ora d'iniziarla. e ha già sfoderato tutte le sue eroine e almeno uno dei protagonisti maschili che andremo ad incontrare.
Dall'altro lato, per farlo si serve di una coppia che - almeno sulla carta - meritava davvero di più. 
Ma che caspita! Matilda e Chase erano materiale per un libro intero, per almeno di un racconto più sostanzioso. 
E invece, dopo aver preparato tutto per bene, li fa incontrare e... puf, i due ci danno dentro, trasformando una storia che poteva essere originale nel solito plot miliardario belloccio ma tanto tormentato/povera cameriera incompresa, ma piena di talenti nascosti.
Insomma, una volta tanto che la protagonista era una romanziera, speravo in pagine e pagine di avventure.
Quindi è un racconto che si legge, che stuzzica per la nuova serie, ma che lascia anche un po' insoddisfatte per la lunghezza.
2,5 stelline

2 commenti:

  1. uff, io adoro Sarah Morgan, questo devo ancora leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vabbè, consoliamoci che è un prequel!

      Elimina

Powered by Blogger.