Pensieri su "LA TRAPPOLA DEL DIAVOLO" (The Bareknuckle Bastards #1) di Sarah MacLean

Legati da un segreto a cui non possono sfuggire, tre fratelli incontrano le donne capaci di metterli in ginocchio conquistando i loro cuori.

Londra, 1837
Figlio illegittimo di un duca e re delle strade buie di Londra, Devon Culm, conosciuto come Devil, il diavolo, ha speso l'intera vita accumulando potere e denaro solo per realizzare la vendetta nei confronti del padre che ha rifiutato lui e i suoi amati fratelli dopo averli costretti a confrontarsi in un gioco crudele. L'incontro con la brillante e originale Lady Felicity Faircloth, una volta beniamina del ton e ora ostracizzata a causa di uno scandalo, è la perfetta occasione per realizzare finalmente i suoi piani. Devil dovrà solo trasformare quell'innocuo topolino in un'irresistibile tentatrice, e la trappola sarà pronta. A cascarci, tuttavia, non sarà il suo nemico.


La trappola del diavolo
Autore: SARAH MACLEAN
Editore: Harper Collins
Serie: Il riscatto degli illegittimi 1
Grandi Romanzi Storici Special - n. 287
Uscita in edicola: 14 Marzo 2020


LA SERIE "The Bareknuckle Bastards"
1) Wicked and the Wallflower
2) Brazen and the Beast;
3) Daring and the Duke.




Era come se lui avesse già saputo ogni cosa. Forse era vero. Magari non era un uomo appostato nell'ombra; era la stessa oscurità, effimera, misteriosa e seducente - molto più della luce del giorno, dove difetti, macchie e fallimenti apparivano con evidenza, impossibili da ignorare.


Aspettavo da tempo la ripresa di una serie di quest'autrice che amo molto (una delle poche che teno tutta tutta in cartaceo) ed in effetti la serie dei Bastardi che combattono a "nocche nude" inizia benissimo, con un plot abbastanza assurdo ma che comunque intriga: essendo divenuto padre di tre figli bastardi durante la stessa notte da tre donne diverse (... un impollinatore da record), un duca debosciato pensa bene di indire una sorta di gara per nominare erede il più dotato (ne resterà solo uno!), togliendo l'eredità all'unica figlia femmina apparentemente legittima (che però non lo è).
Tranquille, non vi faccio nessuno spoiler perchè questa è la pagina iniziale del libro e l'autrice si rivolge a noi dicendo che ora ci racconterà la storia di questi tre fratellastri (in apposita trilogia).

Anni prima i tre maschi avevano fatto un patto per vendicarsi del padre: non avrebbero dato alcun erede al duca, interrompendo la linea di discendenza dopo la sua morte. Ma ora uno dei tre sta per violare il patto e gli altri non la prendono affatto bene. Chi ci va di mezzo è la povera Felicity Faircloth, zitella 27enne, figlia di un marchese e peso per la famiglia, che potrebbe diventare la futura procreatrice ducale.

"Non avreste mai dovuto accettare" l'ammonì Devil.
"Perchè no?"
"Non nasce mai nulla di buono dai patti stipulati al buio."


Ebbene, Felicity mi è piaciuta moltissimo. 
E' astrusa, eccentrica, parla da sola, si ribella al fatto di venire immolata dai familiari che si ritrovano all'improvviso in miseria, ama scassinare serrature, osa innamorarsi di chi vuole e desiderare il ragazzo meno giusto per lei.
Devil, al contrario, è tutto fuffa: diciamo che per pagine e pagine viene descritto come cupo, misterioso, cattivo, ma alla fine si ritrova spiazzato da questa zitella (non sono io, nel libro viene ripetuto un centinaio di volte) che è molto più volitiva e donna d'azione di lui! Bastardi, fatevi in là.

Su uno scalino superiore gli altri tre fratellastri: the Beast, il bellissimo che parla a grugniti, la sorellona ovaie d'acciaio (meravigliosa Grace) e persino il traditore Ewan, perchè almeno si palesa come str*** e come str*** sfavilla. Da bruciare i parenti di Felicity, che non ci pensano due minuti a svenderla per salvarsi.

Voto finale: 4 - 
Ci sono pagine stupende, che ho sottolineato di continuo, ci sono scambi di battute che danno i brividi, ma è anche vero che spesso il ritmo rallenta e che tante scene sono inutili ripetizioni che nascondono forse un tentativo di allungarlo un po'. 


"Non è il genere di abilità che ci si aspetta da una donna."
"Invece è proprio del tipo che dovremmo avere. Il nostro mondo è stato costruito per intero da uomini. Per loro. E noi siamo soltanto decorative, coinvolte solo alla fine in tutto ciò che conta. Ebbene, mi sono stancata della fine. Le serrature sono un inizio."
Lui si voltò a guardarla, colto dall'impulso di offrirle infiniti inizi.

Amarilli

Nessun commento:

Powered by Blogger.