Pensieri e Riflessioni su "Il primo bacio a Parigi" di Stephanie Perkins

Stephanie Perkins
Il primo bacio a Parigi 
DeAgostini
400 pagine 
14,90 euro 
In libreria dal 3 febbraio 
ISBN-10: 8851125686
ISBN-13: 978-8851125684

Trama:
Non c’è nulla che Anna aspetti più dell’ultimo anno al liceo. E’ sicura che ogni singolo momento insieme alla sua migliore amica e al ragazzo per cui ha una cotta colossale sarà indimenticabile. Ma le cose non vanno affatto come sperato perché i genitori di Anna decidono di spedirla per un anno intero in collegio a Parigi. Anna è disperata … almeno fino al giorno in cui incontra Etienne St.Clair. Divertente, sensibile, affascinante, St. Clair sembra proprio il ragazzo perfetto. C’è solo un piccolo problema: lui è fidanzato. Ma- si sa – Parigi è la città più romantica del mondo, e tra una passeggiata sulle rive della Senna e un appuntamento al chiaro di luna, tutto può succedere ….

Il mio pensiero:
Da quando ho iniziato a vedere in rete i primi commenti entusiasti per questo romanzo, che era al momento stato pubblicato solo in lingua originale, son stata colta subito da grande curiosità. Non ho dovuto aspettare poi molto affinché la Casa Editrice DeAgostini accontentasse i cuori di tutte le lettrici romantiche, compreso il mio.

È stato proprio come mi aspettavo: una lettura dolcissima e attraente che si è fatta leggere tutta in un fiato.

La storia, ammetto, non è delle più originali. Il plot è abbastanza prevedibile. Ma ciò non influisce minimamente sul mio giudizio più che positivo per questo romanzo, grazie anche allo stile fresco e frizzante dell'autrice ed ai suoi personaggi molto ben delineati che li rende unici, ma soprattutto umani.

Anna è una ragazza americana all'ultimo anno di scuola superiore. La sua routine però, di cui fanno parte la migliore amica Bridge, il ragazzo di cui è innamorata e con cui forse sta nascendo qualcosa, Toph, e la sua passione del cinema, viene ben presto sconvolta.
Di punto in bianco, il padre di Anna decide di mandarla a concludere l'ultimo anno di scuola in Francia. La città per antonomasia dell'amore.

Inutile dirvi che la nostra protagonista, comprensibilmente, non accetterà di buon grado questa decisione. Ma, per quanto possa disperarsi, la scelta è stata fatta ed una nuova vita l'aspetta a Parigi.

Per fortuna tra giovani viene molto più naturale stringere nuove amicizie così che nel nuovo collegio, Anna farà ben presto la conoscenza di Meredith, Etienne, Rashmi e Josh e si integrerà a meraviglia nel nuovo gruppo.
Come arrivano le nuove amicizie è anche inevitabile che sboccino nuovi amori.
Fin da subito la sintonia che si crea tra Anna ed Etienne, il bello della scuola, è innegabile agli occhi di tutti... peccato però che il ragazzo dall'accento inglese sia già fidanzato con Allie.
Inutile che vi sveli più particolari della trama, che avrete sicuramente già intuito promette di regalarvi una bellissima storia che parla del primo amore e del primo bacio.
Tante sorprese, incomprensioni, imprevisti aggiungono pepe a questa trama davvero carina.

La preside continua a parlare. Concentrati, Anna. Concentrati. Ma mi sento il suo sguardo addosso come se fosse il calore del sole. La pelle si imperla di sudore. Mi sposto sotto uno degli alberi potati alla perfezione. Perché mi fissa? Lo starà ancora facendo? Penso di sì. Perché, perché, perché? È un fissare buono, cattivo o indifferente?
Ma quando finalmente lo guardo, lui non mi sta fissando per niente. Si sta mangiucchiando l’unghia del mignolo.

In conclusione aspettatevi una storia molto carina e piacevole ed un'ambientazione da favola grazie ai bellissimi dipinti a parole che ci offre di questa splendida città la Perkins.

Giriamo l’angolo e… eccola lì… la Senna. Le luci della città fluttuano sulle increspature dell’acqua. Trattengo il fiato. È favoloso. Delle coppie passeggiano lungo la riva e i venditori di libri hanno allineato i loro cartoni impolverati di tascabili e vecchie riviste tra i quali scegliere. Un uomo dalla barba rossa strimpella una chitarra, intonando una canzone triste. Ascoltiamo per un attimo e St. Clair lancia qualche euro nella custodia aperta dello strumento.

Un buon libro che merita sicuramente di esser letto e che consiglio ai giovani lettori in cerca di quell'amore che sappia regalare le pure emozioni dei primi sguardi, abbracci e baci.
Stefania

2 commenti:

  1. anche io avevo sentito parlare bene di questo libro. Sono contenta che a te sia piaciuto, lo metto in lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la fiducia che mi dimostri sempre!

      Elimina

Powered by Blogger.